Progetto di microimprenditoria femminile “Le Sciarpe dell’Amore”



Notice: wpdb::prepare è stato richiamato in maniera scorretta. La query non contiene il numero corretto di segnaposti (2) in relazione al numero di argomenti trasmessi (3). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.8.3.) in /var/www/vhosts/auxiliafoundation.org/httpdocs/wp-includes/functions.php on line 4161

Un progetto di micro imprenditoria sviluppato con l’aiuto di imprenditori italiani del campo del tessile. Per aiutare le donne a sviluppare una piccola attività che permettesse loro di percepire un guadagno. Abbiamo fornito al centro circa 100 kg di lana e abbiamo studiato un modello di sciarpa da far lavorare alle donne utilizzando un punto particolare chiamato il nodo dell’amore. Abbiamo utilizzato questo punto per il collegamento simbolico che poteva unire le donne italiane a quelle siriane.

In occasione della nostra visita al campo profughi di Atma abbiamo incontrato le donne del Centro Femminile e portato con il nostro convoglio umanitario lana e filati donati da Domenico Basile per incrementare piccole attività all’interno del campo. L’idea che stiamo seguendo con Maram è di rendere il campo profughi indipendente finanziariamente incentivando piccole attività. In questo modo un campo passivo  si trasforma in una comunità attiva che lavora e non vive unicamente dagli aiuti che arrivano dall’esterno. Con questa nuova iniziativa abbiamo pensato soprattutto alle donne, a quelle piccole attività femminili che si svolgono in una casa, in una tenda, aiutano a passare il tempo, a far trascorrere l’inverno ma che possono essere anche utili per sostenere i loro figli. Un piccolo lavoro a maglia che noi faremo insieme a loro, una sciarpa che chiameremo “la sciarpa dell’amore” lavorati all’uncinetto, utilizzando per tutti lo stesso tipo di punto, detto anche “il nodo d’amore”, che è stato simbolicamente scelto proprio per rappresentare il filo continuo di speranza e amore che unisce noi tutti. Le confezioni prodotte in Italia e quelle prodotte ad Atma saranno poi vendute in occasione dei mercatini e il ricavato sarà utilizzato per fornire assistenza e aiuto a bambini, donne e uomini siriani. L’attività iniziata nel campo profughi di Atma si è sviluppata nelle città di Homs, Daraa e Aleppo. Le donne siriane vengono aiutate dalle donne italiane che a loro volta lavoravano le sciarpe dell’amore.

Tutti possono partecipare a questo progetto. Se avete in casa o in soffitta dei rimasugli di lana che non prevedete di utilizzare più, ritrovate il vecchio uncinetto della mamma o della nonna e iniziate a lavorare la vostra sciarpa dell’amore. Un piccolo gesto d’amore e un reale aiuto.

Ancora una volta tutti insieme per aiutare i bambini…. Aspettiamo le vostre sciarpe!

Grazie a tutti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *