WomenNet: reti locali e strumenti di supporto per donne siriane rifugiate


WomenNet: reti locali e strumenti di supporto per le donne rifugiate siriane.
Progetto in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia
Il progetto capitalizza i risultati ottenuti dal precedente progetto finanziato dalla Regione FVG “Aurora in Siria” e prevede la creazione di uno strumento diagnostico creato dall’Università degli Studi di Trieste che vuole tracciare un profilo psicologico dei rifugiati in Turchia a causa del conflitto in Siria.

 

Per la compilazione dello strumento diagnostico è stata creata una rete di n. 20 Associazioni locali (15 a Gaziantep e 5 a Reyhanli) che sono state invitate ad un corso di formazione per l’utilizzo dello stesso.
A Gaziantep, durante l’ultima visita del 21 luglio scorso, erano presenti all’incontro 21 partecipanti provenienti dalle diverse associazioni presenti sul territorio e che operano nel campo del supporto psicologico i cui rappresentanti avevano partecipato al primo corso in PTSD tenutosi ad aprile.
A Gaziantep vengono distribuiti 120 questionari attraverso i quali viene proposto uno schema di domande a cui si invitano i partecipanti a rispondere e ad intervenire uno ad uno condividendo le esperienze acquisite sul campo, con appunti e suggerimenti.
I questionari raccolti dai membri delle Associazioni locali sono stati compilati da diverse tipologie di rifugiati e provenienti da ambienti diversi:ambiente universitario( tra amici che frequentano la stessa università e  culturalmente medio alto. Il questionario è stato rivolto sia a persone conosciute che a persone estranee). Dal quartiere di Nerbouzhur, dal quartiere di Jumouria.Durante un corso di turco che l’intervistatore frequenta( ha utilizzato la lezione per presentare il progetto e raccogliere i questionari); oppure raccolto  tra amici.
Durante la stessa Missione di Luglio sono state incontrate a Reyhalni altre persone e la psicologa del Centro femminile e raccolti ulteriori 152 questionari . Si sono invitati i partecipanti a raccontare la loro esperienza nella somministrazione.
A tutti i partecipanti è stato distribuito il certificato di partecipazione. Le attività del progetto WomenNet in Turchia sono concluse e le 272 schede raccolte sono state consegnate all’Università di Trieste per la continuazione del lavoro e la validazione dello strumento diagnostico.
Lo strumento verrà pubblicato su una rivista scientifica. risultati verranno utilizzati da Auxilia per diffondere informazioni sui corretti programmi di intervento nella zona che portino risultati concreti sulla base delle reali esigenze della popolazione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *