Antonio Sofianopulo

Nato a Trieste nel 1955.

Vive e lavora a Trieste. I suoi lavori partono da squarci, sensazioni di vita vissuta, interni o paesaggi evidentemente ispirati dalla costieta triestina dove l’artista risiede, riprodotti con il filtro di una sottile vena ironica.

Sono inquadrature che paiono tratte dalla dimensione del sogno, in cui le prospettive si pongono dolcemente falsate, e assistiamo spesso a una visione dall’alto degli eventi.

L’atemporalità, il distacco dalla contingenza, sono dimensione necessaria per cogliere il senso di un’inquietudine profondamente contemporanea.

 

Olio su tela, 150 cm x 77 cm
1992
Altre lingue »