Ciro Palumbo

Ciro Palumbo nasce a Zurigo nel 1965.

Il suo percorso artistico è ricco e poliedrico: la sua poetica prende l’avvio dalla poetica della scuola Metafisica di Giorgio De Chirico e Alberto Savino, per reinventare i fondamenti secondo un’interpretazione personale e del tutto originale.

Le opere si presentano come palcoscenici in cui gli oggetti presenti sono portatori di simbologie oniriche. L’artista inizia la sua attività espositiva nel 1994 e ha al proprio attivo un centinaio di mostre personali in tutta Italia.

Tra gli ultimi importanti riconoscimenti ricordiamo la presenza di sue opere all’interno della collezione della “Fondazione del Credito Bergamasco” e presso la “Civica Galleria d’Arte Moderna G. Sciortino” a Monreale (PA).

Nel 2011 Palumbo ha partecipato alla 54 esima Biennale di Venezia, padiglione Piemonte.

Hanno scritto della sua produzione artistica: Alberto D’Atanasio, Paolo Levi, Vittorio Sgarbi, Angelo Mistrangelo, Stefania Bison, Francesca Bogliolo.

Attualmente lavora a Torino presso il suo Atelier.

 

Olio su tela, 150 cm x 120 cm
2011
Altre lingue »