Eroi invisibili

Soggetti beneficiari: Caregivers, persone che si occupano di fragilità dell’ambito Natisone (UD).
Periodo di realizzazione: Dicembre 2019, Dicembre 2020.
Fonte di finanziamento: Regione Friuli Venezia Giulia, Direzione salute, politiche sociali e disabilità.
Costo complessivo: 12.400,00 euro (acconto € 9.920,00 ricevuto in data 09/12/2019).
Cofinanziato da: Civibank per 500,00 euro e Associazione Auxilia.
Stato progetto: Avviato
 

 
Eroi invisibili ha preso ispirazione da una condizione che caratterizza spesso le persone che si occupano di fragilità e dei loro familiari e parenti ovvero la condizione di invisibilità. Talvolta queste persone risultano invisibili dai loro vicini e dagli amici colleghi compresi, soprattutto in termini di fatica relata al lavoro di cura.
 
Inoltre tendenzialmente non ci sono servizi specifici per questa fascia di destinatari né di tipo formativo (es. come prevenire lo stress da caregiving) né di tipo operativo (es. gruppo di auto mutuo aiuto per parenti di anziani disabili) o se sono stati attivati come nel nostro territorio sono di difficile promozione e comunicazione.
 
Il progetto vuole dedicare uno spazio protetto non giudicante e non sanitario (Quindi anche non stigmatizzante) dove i caregiver si possono rivolgere per ottenere non solo aiuto rispetto al loro compito di cura (formazione, automutuo aiuto, sportello psicologico) ma anche condivisione del carico e della fatica umana che li caratterizza.
 
Il presente progetto ha l’obiettivo di offrire servizi di sostegno e auto mutuo aiuto ai familiari delle persone che si occupano di fragilità ovvero ai caregiver. I cambiamenti culturali degli ultimi decenni hanno costretto le persone in prima persona ad occuparsi delle fragilità che hanno a che fare con i lori parenti.
 
Il caregiving è diventato sempre più frequente e sempre più un’occupazione delle famiglie di riferimento, nonostante il ruolo di cura preveda un carico di investimento psicologico ed operativo possibile di emersione di stress e fatiche.
 
Per fare ciò abbiamo immaginato di creare un Centro Solidale sia per raccogliere le richieste della popolazione in termini di fragilità sia per smistare le domande ai servizi già esistenti, sia per attivare servizi di sollievo per i caregiver e contemporaneamente per i loro utenti di cui si occupano.
 
Il Progetto è stato finanziato dalla Regione FVG (Direzione salute, politiche sociali e disabilità) ai sensi dell’Art.72 del Dlgs 117/2017-Avviso 2019, per un totale complessivo di euro 12.400,00( acconto € 9.920,00ricevuto in data 09/12/2019) Cofinanziato da Civibank per euro 500,00.
 
Ente capofila Auxilia Odv, in partenariato con Ass. Anna, Anteas, Auser, Avos, Noi di Carraria.

@UXILIA

Altre lingue »